mastehead

Pinarello Dogma F12 problemi tecnici meccanici manutenzione

Leggi anche: Pinarello Dogma F12 2020 problemi tecnici meccanici e di manutenzione

La nuova Pinarello Dogma F12 è un’ottima bici, vediamo però i problemi di manutenzione ordinaria e straordinaria ed i suoi problemi e difetti meccanici.

I telai Pinarello Sono abbastanza affidabili nel loro complesso, la maggioranza dei problemi giunge da problemi di verniciatura, comunque occasionali e fisiologici.

Il nuovo Pinarello Dogma F12 ha un passaggio dei cavi completamente interno, bello a vedersi, ma problematico per la manutenzione ordinaria e soprattutto straordinaria.

Un sistema più pensato per i gruppi Wireless (Sram Etap), dove non ci sono problemi, e per i gruppi elettronici, dove i problemi sono inferiori, il peggio è per i gruppi meccanici, soprattutto Campagnolo, che sono sempre più delicati e risentono maggiormente di passaggi cavi non ben congeniati.

In questo caso, la differenza la fa l’accuratezza dell’assemblaggio, rimane in tutti i gruppi una accessibilità problematica ai cavi o tubi dei freni in caso di necessità di sostituzione o revisione.

Il manubrio integrato è bello, ma come sempre impedisce di sostituirlo con un altro modello, in cui si perderebbe il passaggio interno dei cavi e risulterebbe tutto più brutto esteticamente.

Purtroppo è la moda del momento, fin tanto che qualcuno non uscirà fuori con una rivoluzione “Copernicana”: un manubrio tradizionale, semplice, economico, pulito, efficace, efficiente ....

In generale, è bene chiarire che tutti quei cavi stretti e con passaggi stretti dentro il telaio non sono mai il massimo per il funzionamento generale e per la manutenzione.

Caso sia che dai primi modelli, si stia cercando di migliorare il sistema, con curve meno strette e passaggi più guidati, ma ancora la strada per una vera efficienza mi sembra lunga ...

Il resto della bici è funzionale e senza particolari problematiche, se non per il solito collarino reggisella integrato. La serie di sterzo, tutta da un pollice ed un mezzo, non creerà alcun problema.

Alla fine i costi di manutenzione non dovrebbero essere superiori ad altri concorrenti con cavi interni, anzi c’è da segnalare che non vi sono standard particolari che possono far aumentare i costi di manutenzione.

Gli unici componenti esclusivi, che potrebbero rompersi, sono il manubrio ed il reggisella, per il resto non c’è alcun altro componente extra serie.

Non è, alla fine, una bici particolarmente problematica, c’è di meglio, ma anche di molto peggio e complessivamente i costi di manutenzione non sono di molto superiori ad altre bici più semplici.

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click