mastehead

 

 

Salite

Scopri come scegliere una sella bici comoda Vediamo quali possono essere le caratteristiche che deve avere una sella bici comoda.

 

 

Sullo stesso tema leggi anche:

 

 

 

Sella bici comoda – Le 5 migliori selle comode – 1

Sella bici comoda – Le 5 migliori selle comode – 2

Sella bici comoda – Le 5 migliori selle comode – 3

Sella bici comoda – Le 5 migliori selle comode – 4

Sella bici comoda – Le 5 migliori selle comode – 5

Sella comoda bici da corsa consigli per un lettore passo dopo passo vediamo come scegliere una sella comoda bici da corsa

Scegliamo una sella comoda

 

Spett.le Redazione,

vi seguo sempre, sia per la vostra competenza sia perchè riuscite a dare delle risposte esaurienti a qualsiasi problema e per questo vi pongo il mio a cui non sono riuscito a trovare una soluzione. Il problema è che non trovo una sella comoda. Ho letto diversi articoli e sentito vari consigli ma l'unico effetto è stata solo una grande confusione. Ne ho provate diverse e tutte, in un modo o in un altro, mi provocavano problemi. Se uso una sella chiusa, tipo Aliante della Fi'zi:k o la C2 Selle Italia, che sono comode, ho un fastidio di pressione sulla prostata. Se invece uso quelle con l'apertura centrale (l'ultima che possiedo è una sella Prologo Cool team Colnago acquistata insieme con la bici), il fastidio è sulle ossa ischiatiche. Ho provato ad abbassare la punta della sella e avanzarla di pochi millimetri e qualcosa è migliorato, ma niente che possa farmi stare comodo. Tutto questo mi provoca un continuo spostarmi sulla bici. Faccio presente che le misure e la postura sulla bici sono state eseguite con il sistema biomeccanico antropometrico. Poichè non posso provare le molte selle sul mercato mi affido a voi per un consiglio che possa aiutarmi. Faccio presente che non soffro nè di prostata nè di altri dolori tipo cervicale e sono giovane di età. Vi ringrazio anticipatamente per una vostra risolutiva risposta. (lettera firmata)

Egregio lettore,
grazie per i complimenti e la fiducia. Purtroppo non è facile consigliare una sella, perché ogni individuo ha una propria sensibilità ed una propria morfologia, ciò che risulta perfetto per una persona non è detto che lo sia per un'altra. Assodato che per un buon confort in bici si deve avere una posizione di guida idonea (cosa che credo lei abbia) ed un buon paio di pantaloncini con un adeguato fondello, rimane la scelta della sella più indicata, che è bene sottolineare sarà la più indicata per noi e solo per noi, non per tutto l'universo dei ciclisti. Nel suo caso possiamo affermare, con ottima precisione, che le occorre una sella sufficientemente ampia e dotata di una buona decompressione per il perineo. La sella ampia (valore della larghezza) le permetterà di distribuire il peso del corpo su di un'area della sella maggiore e le stesse protuberanze ischiatiche soffriranno meno, perché meno sollecitate nel sopportare, solo loro, il peso del corpo. Tali selle sono osteggiate da molti in quanto pesanti e l'area di appoggio ampia ostacola il movimento della gamba, rallentandolo. Ovviamente, se tali minime e spesso impercettibili variazioni sono importanti per un professionista, diventano trascurabili per un amatore che per prima cosa deve perseguire il piacere di andare in bici, piacere che non ci può essere se si sente dolore. La decompressione del perineo è importante per tutti, perché l'assetto in bici porta ad una sua compressione, il fatto che poi ci siano persone che ne risentano di più o di meno dipende da vari fattori, dallo stile di pedalata, dalla propria sensibilità e predisposizione fisiologica. Ovviamente non basta un "buco" come spesso si vede in molte selle per una adeguata decompressione. Infine, non occorre trascurare l'imbottitura della sella stessa, meglio in gel, più stabile e con maggiori capacità di confort, rispetto alle tradizionali schiume. Ora nel suo caso specifico lei afferma di aver usato una Selle Italia C2, questa ha dimensioni di 135x278mm, potrebbe provare lo stesso modello in versione Gel Flow, con apertura centrale per la decompressione del perineo; ancora meglio sarebbe la nuova versione della Max Flite Gel Flow, dalle dimensioni di 150x290mm ed una generosa apertura centrale. La Max Flite è considerata da molti una sella comodissima, purtroppo non è detto che lo sia anche per lei. Dal punto di vista tecnico ha tutti i requisiti per esserlo e risponde in pieno a quanto detto sopra. Una leggera inclinazione in basso (3-5 millimetri) della punta della sella migliorerà ulteriormente la situazione. Purtroppo in materia di selle l'ultima parola spetta all'utilizzatore finale …. il "grande gluteo".

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click